MONTAGNA: SERRACCHIANI, “MISTIRS” OCCASIONE PER PROMUOVERE CARNIA

serracchiani Mistirs Paularo (UD)
Share

“Un modo intelligente per promuovere il turismo culturale e valorizzare l’area montana della Carnia”. Lo ha detto la presidente della Regione, Debora Serracchiani, che ha visitato oggi a Paularo (Ud) l’edizione 2014 di “Mistirs”, la rassegna degli antichi mestieri che coinvolge l’intero paese, tra musica balli e tavole imbandite, su iniziativa della Pro loco Val d’Incarojo Paularo nell’ambito della rete degli Ecomusei del Friuli Venezia Giulia sostenuta dall’Amministrazione regionale.

La presidente, accompagnata dal sindaco di Paularo Ottorino Faleschini, ha potuto respirare l’atmosfera davvero unica di “Mistirs” soffermandosi nei diversi stand, assaggiando cibi tradizionali e osservando con curiosità e simpatia gli abitanti del paese che interpretavano i mestieri di un tempo della Carnia: la lavorazione del legno e della lana, gli stagnini, i boscaioli che riproponevano l’antico metodo di trasporto dei tronchi lungo i corsi d’acqua, la fluitazione, e ancora le ricamatrici e il vecchio mulino.

In occasione della edizione 2014 di “Mistirs”, la presidente Serracchiani ha visitato anche lo stand degli Ecomusei, dove ha incontrato il sindaco di Tramonti di Sotto Giampaolo Bidoli, e il vivaio forestale. Infine, ha visitato la “Mozartina”, il museo di Paularo che raccoglie antichi e preziosi strumenti musicali perfettamente restaurati e funzionanti, accompagnata dal curatore, il maestro Giovanni Canciani.

“Quello di Paularo – ha osservato ancora Debora Serracchiani – è un modo per fare turismo culturale puntando sulla riscoperta della nostra storia e della nostra tradizione, in linea con gli obiettivi che stiamo realizzando con la rete degli Ecomusei in Friuli Venezia Giulia: trasformare questa tradizione in un punto di attrazione culturale”.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress