INTITOLATO AD ANTONIO COMELLI AUDITORIUM PALAZZO REGIONE DI UDINE

auditorium regione udine
Share

L’auspicio è che l’intitolazione possa avvenire il prossimo 6 maggio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

L’Auditorium del palazzo della Regione di Udine, in via Sabbadini, sarà intitolato ad Antonio Comelli, il presidente della ricostruzione, nel quarantennale del terremoto che nel 1976 devastò il Friuli.

L’auspicio è che l’intitolazione possa avvenire il prossimo 6 maggio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, se il Capo dello Stato dovesse confermare per quel giorno la sua presenza in regione.

Una mozione era stata presentata dal consigliere Agnola, poi ritirata e trasformata in una lettera fatta propria da tutti i capigruppo, che coralmente chiedevano al presidente del Consiglio regionale Franco Iacop di proporre all’Ufficio di presidenza una delibera in tal senso, da trasmettere alla Giunta regionale per il seguito di competenza.

E la risposta dell’Ufficio di presidenza non si è fatta attendere: così ora l’iter è stato avviato e ci sarà il tempo per giungere alla sua positiva conclusione.

Nella lettera, i firmatari ricordano ciò che fu il terremoto per il Friuli, come fu affrontata l’emergenza, le scelte che furono fatte, le decisioni prese e poi la ricostruzione, che diede un volto nuovo al Friuli Venezia Giulia.

Ma quel che si sottolinea con grande incisività è la figura del presidente Antonio Comelli, che meglio di ogni altra riassume l’intero percorso compiuto dal popolo friulano, dalla tragedia del terremoto alla ricostruzione, “riunendo simbolicamente i valori fondanti di questa straordinaria esperienza storica, quali il volontariato nazionale e internazionale, il ruolo di tutte le istituzioni, la Chiesa friulana guidata dal suo Arcivescovo Alfredo Battisti, la solidarietà dello Stato italiano, gli aiuti e le sottoscrizioni giunte da tutto il mondo, con le famiglie friulane determinate a ricostruire il proprio ‘fogolar’ com’era e dov’era”.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress