INFRASTRUTTURE: SANTORO, CON ADRIA-A UNA VERA RETE TRANSFRONTALIERA

logo_adriaa
Share

“Il Progetto Adria-A ci consegna un’eredità importante costituita da una serie di progettazioni infrastrutturali ferroviarie indispensabili per l’integrazione europea tra Italia e Slovenia. Spetta ora a noi amministratori dimostrare la possibilità di realizzare concretamente una vera rete transfrontaliera”.

L’assessore alle Infrastrutture del Friuli Venezia Giulia Mariagrazia Santoro ha espresso soddisfazione per i risultati del Progetto di Cooperazione transfrontaliera “Adria-A – Accessibilità e sviluppo per il ri-lancio dell’area dell’Adriatico interno“, inserito nel Programma Italia-Slovenia 2007-2013, illustrati oggi a Trieste nel corso dell’evento finale promosso dall’Iniziativa Centro Europea (InCE / Central European Initiative – CEI), che è capofila del Progetto.

A testimoniare l’importanza del Progetto, secondo l’assessore Santoro è “l’elevatissimo numero di soggetti coinvolti, 27 in tutto tra partner pubblici e privati, compresi enti locali, aeroporti e università che hanno consentito di dare esito ad una progettualità indispensabile”.

Il Progetto ha avuto una durata complessiva di 58 mesi, dal 1° gennaio 2010 al 31 ottobre 2014, con un budget totale di circa 2,8 milioni di euro, nell’ambito del quale la Regione Friuli Venezia Giulia ha avuto un ruolo rilevante, con un investimento pari a circa 400.000,00 euro, che ha consentito, tra l’altro, la redazione di tutti gli studi progettuali dei legami infrastrutturali mancanti sul lato italiano e la progettazione preliminare della linea Trieste-Koper, tramite una convenzione con Rete Ferroviaria Italiana (RFI) S.p.A.

Adria-A intende realizzare un’integrazione efficace nelle modalità di trasporto (ferrovia, trasporto pubblico locale, intermodalità ferro-aereo e ferro-mare) sul territorio dell’area metropolitana italo-slovena per far competere meglio l’area e per realizzare un sistema di trasporto efficiente, integrato e sostenibile.

Per questo, il Programma ha previsto la progettazione dei legami mancanti sulla rete infrastrutturale ferroviaria, sia italiana sia slovena, che consentirà di realizzare servizi di trasporto congiunto su tutta l’area. Inoltre, Adria-A ha definito la road map per la costituzione del Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT) tra l’Italia e la Slovenia, che costituisce un’importante base giuridica per future azioni di cooperazione nel campo della pianificazione territoriale e dei trasporti.

In particolare, sono state realizzate le progettazioni della linea Gorizia-Nova Gorica-Vrtojba, il progetto di elettrificazione della linea Nova Gorica-Sezana e la progettazione del collegamento ferroviario tra Trieste e Koper (Capodistria).

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress