GORIZIA: KINEMAX, “IMMAGINARIO E SOGNI DEI NON VEDENTI”

INVISIBLE SWORD Lorenzo
Share

L’iniziativa nasce da un documentario in lavorazione, “La spada invisibile”, del regista, due volte vincitore del premio Ilaria Alpi, Massimiliano Cocozza

Si terrà martedì 5 aprile presso la sala 2 del Kinemax Gorizia, con inizio alle 20.30, il quarto appuntamento del progetto «La nostra cittadinanza: immaginario e sogni dei non vedenti». La serata, organizzata dall’associazione Poesia e Solidarietà e dall’associazione Palazzo del Cinema – Hiša filma (e per la quale si ringraziano l’associazione Kinoatelje e la dottoressa Serena Zanolla, esperta di disabilità), è la quarta tappa di un’iniziativa fortemente innovativa ed unica in Italia, che concentra la sua attenzione sulla cultura dei non vedenti e degli ipovedenti, ed è strutturata attraverso una serie di incontri-evento rivolti particolarmente alle associazioni ed agli studenti e ai docenti degli istituti scolastici delle quattro province della Regione Friuli Venezia Giulia.

Come si compone l’immaginario umano nell’assenza di un’esperienza visiva? Qual è il confine fra immaginario e immaginazione? Da queste domande è nato uno studio propedeutico alla realizzazione di un film documentario, tuttora in lavorazione, “La spada invisibile” a opera del giornalista e regista Massimiliano Cocozza, da anni impegnato come freelance all’estero e in Italia e vincitore per due volte del prestigioso Premio Ilaria Alpi e di un Premio di Qualità del MIBAC.

Il film prende spunto da una ricerca condotta presso il Laboratorio del Sonno dell’Università di Lisbona. Finora si riteneva che i ciechi non avessero lo stesso immaginario visuale dei vedenti, durante i sogni. Secondo i risultati emersi dalla ricerca, invece, grazie alla misurazione quantitativa e qualitativa dell’attività onirica, è stato dimostrato che nei sogni anche i ciechi congeniti hanno la possibilità di visualizzare immagini senza averle mai viste ed i contenuti visuali sono sovrapponibili a quelli dei vedenti.

Proprio dall’esperienza maturata durante la preparazione e la lavorazione di questo documentario è nato il progetto che, dopo le date di Monfalcone (24/02: Istituto Commerciale Giancich), Trieste (02/03: Liceo Dante – Carducci) e Pordenone (12/03: Istituto Majorana), approda ora a Gorizia, mentre è in via di definizione una data a Udine.

Come nelle occasioni precedenti, anche la data in calendario il 5 aprile presso il Kinemax Gorizia vedrà la proiezione di estratti del documentario “La spada invisibile” con, a seguire, interventi da parte della presidente dell’associazione Poesia e Solidarietà Gabriella Valera, dell’avv. Roberto Masserut, del presidente della Consulta Disabili FVG Vincenzo Zoccano, della presidente dell’UICI di Pordenone Daniela Floriduz, della dott.ssa Serena Zanolla, del dott. Corrado Bortolin (Studio IN), del regista Massimiliano Cocozza e di alcuni tra i volontari che hanno partecipato al progetto: si avrà così modo di sviluppare un dialogo con il pubblico presente in sala e di approfondire i risultati frutto del lavoro svolto su questo tema.

L’ingresso alla serata è libero ed aperto a tutti gli interessati.

Il progetto «La nostra cittadinanza: immaginario e sogni dei non vedenti» è realizzato dall’Associazione Poesia e Solidarietà, grazie al contributo della Regione FVG Direzione Centrale Cultura, Sport e Solidarietà, Servizio volontariato e lingue minoritarie, in collaborazione con l’ass. Palazzo del Cinema – Hiša filma di Gorizia, la Consulta Associazioni disabili Regione Fvg, lo Studio IN di Pordenone, l’Associazione Nazionale delle Famiglie dei Minorati Visivi (A.N.Fa.Mi.V. Onlus) di Udine, L’Unione Ciechi e Ipovedenti (UICI) di Pordenone e l’Unione Nazionale Italiana Volontari Pro-Ciechi Onlus, in collaborazione con Roberto Masserut e con la consulenza tecnica di Imago Orbis di Bologna.


ARTICOLI CORRELATI:

SCUOLA: PRIMO PROGETTO IN ITALIA SULLA DISABILITA’ VISIVA

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress