GORIZIA: “BILANCIO COMUNALE REDATTO AD OPERA D’ARTE”, intervento di Fabrizio Oreti

Fabrizio Oreti 13-1
Share

Capogruppo della lista civica “Per Gorizia” e coordinatore provinciale di Autonomia Responsabile

È stato un bilancio molto importante. Sicuramente diverso dagli altri, non soltanto perché è stato l’ultimo del doppio mandato Romoli, ma soprattutto perché abbiamo approvato un piano finanziario con la nuova normativa imposta dallo Stato che ha complicato non poco la vita, considerato che a livello governativo ci sono state imposte delle regole pazzesche che a chiare lettere vogliono imporre alle amministrazioni comunali di non spendere, alla faccia della tutela che meriterebbero le amministrazioni virtuose con le casse in verde come il comune di Gorizia.

Il legislatore invece di tutelare chi opera e agisce con responsabilità e oculatezza ha preferito mettere tutti sullo stesso piano, guardandosi bene dal penalizzare i comuni che spendono tanto e male.

Lottando contro le mille regole e vincoli imposti a livello governativo possiamo affermare di aver approvato un bilancio che per capacità e bravura degli uffici comunali competenti è stato redatto ad opera d’arte.

Per fare un sunto del bilancio di previsione 2016 possiamo dire che ancora una volta abbiamo tutelato le fasce deboli con circa 26 milioni di euro per il sociale e welfare, mentre l’istruzione si è aggiudicata oltre 3 milioni.

Per la tutela dell’ambiente avremo a disposizione circa 6 milioni e mezzo mentre un milione e mezzo sarà investito per i trasporti e la mobilità. Nel bilancio ha inoltre trovato spazio mezzo milione per l’assetto del territorio e l’edilizia abitativa e un altro mezzo per il lavoro e la formazione professionale. Alla cultura oltre 1 milione e mezzo; allo lo sport 1,4 milioni; al turismo 1,3 milioni e l’ordine pubblico 1,7 milioni di euro.

Si poteva fare meglio? Si può sempre migliorare ma il bilancio di previsione 2016 è un impegno politico forte e chiaro (in coerenza con gli ultimi 4 anni) per i cittadini perché sappiamo benissimo le difficoltà che stanno attraversando ed intendiamo essere loro vicini come meglio possiamo.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress