ELETTRODOTTI: VITO, NON PREVISTI PROGETTI ALTERNATIVI UD-REDIPUGLIA

Sara Vito 2
Share

L’assessore regionale all’Ambiente e all’Energia del Friuli Venezia Giulia risponde all’interrogazione del consigliere regionale Cristian Sergo (M5S)

Il rinnovo del procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) per l’Elettrodotto Udine Ovest-Redipuglia non prevede l’analisi di possibili alternative progettuali. È quanto affermato dall’assessore regionale all’Ambiente e all’Energia del Friuli Venezia Giulia Sara Vito in risposta all’interrogazione del consigliere regionale Cristian Sergo.

Dopo la sentenza del Consiglio di Stato che aveva annullato l’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) relativa all’Elettrodotto, ha ricordato l’assessore, “in data 17 febbraio 2016 il Ministero dell’Ambiente ha dato avvio alla procedura di VIA nella quale la Regione interviene con l’adozione di un parere”.

“Il Ministero dell’Ambiente, responsabile del procedimento di VIA, ha precisato che il rinnovo del procedimento consiste fondamentalmente nell’acquisizione di congruo e motivato parere del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali per la parte interessata dall’annullamento” ha sottolineato Sara Vito. “Contestualmente è necessario procedere a una VIA attualizzata delle opere, quantomeno nelle aree interessate dal rinnovo del procedimento”.

“Questa Amministrazione – è contenuto nella risposta all’interrogazione – ha avviato la propria istruttoria finalizzata ad analizzare esclusivamente gli impatti ambientali correlati alle variazioni progettuali. In merito alle opzioni progettuali alternative, si ricorda che l’istruttoria tecnica della Commissione VIA, di data 16 settembre 2010, si era conclusa con parere favorevole al progetto di Elettrodotto senza la soluzione interrata”.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress