DI NATALE E LE GRIFFES FRANCESI: UDINESE-PARMA 4-2

Udinese-Parma
Share

Splendida prestazione dei ragazzi di Stramaccioni, che superano il Parma e tornano al terzo posto

Le giostre del Luna Park alle spalle dello stadio Friuli sono nulla in confronto alla squadra di Stramaccioni, che si diverte e fa divertire. Il tecnico romano, anche in maniera un po’ obbligata, conferma la formazione di Roma con Di Natale per Muriel. Donadoni conferma De Ceglie avanzato, insieme a Coda e Cassano. Il primo quarto d’ora di studio lascia presagire una partita noiosa, ma quando salta il tappo la gara diventa di una bellezza incredibile.

A farlo saltare è a sorpresa il Parma, grazie al piede fatato del solito Cassano, che mette in movimento Jose Mauri. L’argentino si gira in un fazzoletto e fa secco Karnezis, spiazzato dalla decisione decisiva di Heurtaux. Primo gol in A per il classe 1996 e Friuli gelato.

L’Udinese va leggermente in confusione, ma quando i bianconeri giocano con lucidità, è poesia per gli occhi. Al 28′ Kone sventaglia per l’inserimento di Badu. Il ghanese di testa mette in movimento di prima intenzione Di Natale che, sempre di prima, non lascia scampo a Mirante, siglando il suo terzo gol in campionato, tutti nella stessa porta, dopo i 2 contro l’Empoli. Il Parma non ci sta e carica a testa bassa sorprendendo le zebrette. L’azione dei ducali è altrettanto bella, con la sponda aerea di De Ceglie per il colpo di testa di Cassano, su cui Karnezis compie un intervento che vale praticamente un gol. Il portiere greco, non contento, si ripete qualche secondo dopo disinnescando l’ennesimo pericolo per la porta bianconera.

I padroni di casa incassano, ma pungono anche, con Di Natale sornione sempre pronto a piazzare la zampata decisiva. Autore dell’azione che porta al raddoppio è Widmer, che sfonda sulla destra e crossa. La palla, deviata, finisce dalle parti di Thereau che, con un velo da grande giocatore, permette a Di Natale di girare in rete la sua doppietta personale. Osvaldo e Tevez raggiunti a quota 4 in vetta alla classifica marcatori e quota 197 toccata per i gol segnati in serie A. Quota 200 ormai vicinissima.

Il primo tempo sembra finire così, ma un passaggio a vuoto della difesa bianconera porta al rigore per il Parma, con Widmer che stende l’imprendibile Jose Mauri in area. Dal dischetto Cassano, con tanto fegato, si esibisce nel cucchiaio del suo amico Totti e fredda Karnezis, già in tuffo. Quarto gol in campionato anche per Fantantonio e partita riaperta prontamente dagli emiliani.

Nella ripresa c’è Santacroce per Pedro Mendes, ma il piglio dell’Udinese è quello della grandissima squadra. Di Natale vola sulle ali dell’entusiasmo e da bomber prova a travestirsi da assistman. Il numero con cui si libera dell’avversario è una delizia, l’assist anche, ma Kone con il sinistro spara su Mirante. Ancora il greco sfiora il vantaggio con un tiro cross involontario. Gol del vantaggio che arriva invece al 57′ sugli sviluppi di un calcio piazzato. La palla perviene a Widmer, che finta di destro, crossa di sinistro e trova la rovesciata pazzesca di Heurtaux, che non colpisce pulitissimo, ma manda la sfera all’angolino.

Nulla da fare per Mirante e Friuli che esplode per il primo gol in campionato del difensore francese. Stramaccioni inserisce Domizzi e Muriel per Kone e Di Natale, ma la pietra tombale sul Parma la mettono Acquah e Lucarelli. Il ghanese si fa espellere per doppia ammonizione, mentre il capitano parmense si fa scippare pala da Thereau. L’altro transalpino bianconero si invola e trafigge per la quarta volta Mirante con un destro a giro sul palo lontano. Secondo gol consecutivo in campionato per l’ex ChievoVerona e partita in ghiaccio. Ci prova Cassano a riaprirla con un tocco da vero campione, ma la palla finisce fuori. Ci prova Gobbi con un siluro dalla distanza, ma Karnezis continua a rispondere alla grande.

Finisce 4-2. con il trionfo delle zebrette, che si riprendono il terzo posto e si proiettano nel migliore dei modi alla gara interna contro il Cesena. Parma ancora fermo a tre e con tanti problemi difensivi e altrettanti gol subiti.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress