CRISI AZIENDE NEL CIVIDALESE: SIBAU (AR), A RISCHIO 140 POSTI DI LAVORO

Sibau
Share

Audizione in II^ Commissione consiliare

Dopo le notizie sulla difficile situazione in cui versa lo stabilimento della Envigo (ex Harlan) a San Pietro al Natisone, dove per 48 dipendenti è stato dichiarato dall’azienda lo stato di esubero, il consigliere Giuseppe Sibau (AR) ha chiesto una audizione in II Commissione consiliare, presidente Alessio Gratton (Sel), con gli assessori regionali alle Attività produttive e al Lavoro, rispettivamente Sergio Bolzonello e Loredana Panariti, per sapere come la Regione intenda muoversi per cercare di salvaguardare l’occupazione non solo di quegli operai, ma anche di altre tre realtà di Cividale: Acciaierie Fonderie, Vidussi, ED Impianti. “Si tratta di un totale – ha reso noto Sibau – di circa 140 persone che rischiano il posto di lavoro”.

“Si tratta della zona a minor reddito pro capite di tutto il Friuli Venezia Giulia – ha esordito l’assessore Bolzonello – anche perché non è un’area dove vi è vera imprenditoria, solo manifatturiero e poco altro. Per le Acciaierie Fonderie Cividale la problematica degli esuberi è ciclica, legata all’andamento dell’acciaio. Invece per quanto attiene la Envigo, la questione è più problematica: guardando in prospettiva, si cercherà di portare nuove attività, invece, per l’immediato, interverremo cercando di ragionare con la proprietà per difendere la posizione dei lavoratori”.

“Da quanto si sa – ha aggiunto la direzione del Lavoro – si parla di razionalizzazione produttiva con potenziamento di alcuni centri di eccellenza in Nord Europa, ma le caratteristiche della sede friulana non hanno tali caratteristiche, perciò è difficile intravedere grandi spazi di manovra”.

In merito alla Vidussi, sempre la direzione del Lavoro ha reso noto che la ditta è in liquidazione dal 30 marzo scorso, ma di non aver ricevuto alcun tipo di comunicazione formale né di un avvio dell’iter di licenziamento collettivo, né di richiesta di ammortizzatori regionali. Per la ED Impianti, invece, è stata richiesta la cassa straordinaria per crisi aziendale.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress