CONSIGLIO REGIONALE: III COMMISSIONE, COMPLETATO ESAME ARTICOLATO RIFORMA SANITA’

consiglio regionale fvg
Share

Accolti anche gli ultimi articoli, dal 26 al 36, con una lunga discussione sul 34. È così che si sono articolati i lavori della III Commissione consiliare, presidente Franco Rotelli (Pd), presente l’assessore Maria Sandra Telesca.

In materia di programmazione ospedaliera – art. 26 – accolta un’aggiunta di Bagatin e Gregoris, emendato anche oralmente da Giulio Lauri (Sel), che stabilisce il principio di gradualità nel raggiungimento degli standard previsti dal dispositivo in merito ai posti letto.

Altra modifica importante all’articolo 27 – tipologia di presidi ospedalieri. Su proposta di Bagatin, Gregoris e Pustetto, viene tolto l’allegato alla norma che stabiliva precisamente l’elenco delle funzioni assistenziali per disciplina e il numero di posti letto per aree, per ciascun presidio. In sostituzione, sarà una delibera della Giunta a stabilire un tanto, previo parere della Commissione competente. All’articolo 28 – la rete dei presidi ospedalieri – la Giunta ha puntualizzato che il presidio di Pordenone sia di primo livello, mentre quelli di Trieste e Udine di secondo.

Sui presidi ospedalieri di base – articolo 29 – la Giunta ha riscritto l’elenco delle funzioni attribuite, così come ha fatto all’articolo 30, dedicato ai presidi di primo livello e all’articolo 31, per quelli di secondo livello, con ulteriori specifiche. Ampliate anche le previsioni all’articolo 32 sui criteri operativi e organizzativi, sempre su proposta della Giunta. All’articolo 33, la Giunta ha ampliato le previsioni includendo oltre le case di cura private anche ai poliambulatori, entrambi accreditati.

Dopo una discussione articolata, dove i consiglieri Pustetto, Roberto Revelant e Giuseppe Sibau (AR), insieme a Roberto Novelli (FI) hanno chiesto senza successo di ottenere per i presidi di Gemona e Cividale del Friuli le funzioni previste per i presidi ospedalieri in zone particolarmente disagiate, la Commissione ha accolto alcune modifiche all’articolo 34, che tratta della riconversione di strutture ospedaliere. Si tratta di esplicitazioni della ratio della norma, proposte dalla Giunta e da Bagatin e Gregoris. Ribadito anche il concetto di gradualità di implementazione delle previsioni.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress