CONFERENZA DELLE REGIONI: PIÙ POTERI NELLA COOPERAZIONE TERRITORIALE EUROPEA

Conferenza_Regioni
Share

Nell’attuazione e gestione dei Programmi di Cooperazione territoriale europea 2014-2020, le Regioni chiedono al Governo centrale maggiori poteri decisionali. È questa la posizione assunta oggi a Roma dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, sulla base di una relazione presentata dalla presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani.

I rappresentanti delle Regioni, coordinati dal Friuli Venezia Giulia, hanno approfondito nelle scorse settimane il documento predisposto dal Governo sulla governance nazionale, sottolineando come si tenda a ridurre la presenza e la forza delle Regioni nei processi decisionali riversando nello stesso tempo sulle stesse Regioni alcuni compiti operativi finora svolti a livello centrale.

Per questo, nel documento messo a punto con il coordinamento del Friuli Venezia Giulia, si chiede una presenza più incisiva delle Regioni nei Comitati nazionali e nei Comitati di sorveglianza, oltre alla possibilità di organizzare i controlli di primo livello nell’ambito di ogni singolo Programma senza che il Governo introduca modalità obbligatorie per tutti i Programmi.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress