CIRCONVALLAZIONE NORD-EST DI UDINE: SANTORO, TROPPE CRITICITÀ E SERVE RIMODULARE IL PROGETTO

DaUdineNordAUdineSud
Share

La Giunta regionale del Friuli venezia Giulia ha deliberato, su proposta dell’assessore regionale alle Infrastrutture Mariagrazia Santoro, la modifica della delegazione amministrativa in capo alla Provincia di Udine per la progettazione e realizzazione del completamento della circonvallazione Nord-Est di Udine, tra il ponte di Salt e Cerneglons, nei comuni di Povoletto e Remanzacco.

Come spiega l’assessore Santoro “il progetto della circonvallazione approvato nel 2005 presenta delle criticità ambientali e viabilistiche che vanno corrette alla luce delle normative ed esigenze stradali attuali. Abbiamo quindi verificato con gli uffici regionali una rimodulazione del tracciato, lasciando aperta la possibilità di recuperare parte del progetto per interventi risolutivi di alcuni problemi puntuali”.

Come verificato dal servizio Infrastrutture della Regione, il tracciato preliminare comporta rischi ambientali per l’interferenza con la falda freatica ad Est del Torre nel sottopasso alla strada statale 54, in contrasto con il “Piano stralcio per l’assetto idrogeologico del bacino idrografico del fiume Isonzo” approvato nel 2012; inoltre il tracciato non connette direttamente la circonvallazione con la strada statale 54, risultando quindi incompleto dal punto di vista della viabilità, e non considera la sopravvenuta realizzazione della variante alla strada statale 54, in corrispondenza dell’area commerciale di Remanzacco, che ha modificato i flussi di traffico sulle arterie interessate dai transiti Nord-Sud, determinando di fatto un mutato scenario funzionale della rete stradale.

“Restano prioritari ed urgenti alcuni interventi puntuali nella direttrice della Circonvallazione Nord-Est di Udine – aggiunge Santoro – che consentono anche la chiusura a Est della tangenziale di Udine in una visione complessiva del sistema viario di quell’area”. La Giunta regionale ha quindi indicato come prioritarie la sistemazione della rotatoria di Salt, la realizzazione della rotatoria a Grions, e la realizzazione del sottopasso ferroviario sulla strada provinciale 48 “di Oselin” a Remanzacco.

Parallelamente la Provincia dovrà procedere all’individuazione di un possibile tracciato alternativo che sia più aderente alle linee guida del Piano di Assetto Idrogeologico (PAI) dell’Isonzo e allo studio di una risoluzione della criticità di Paparotti. Per la realizzazione degli interventi è stato confermato l’impegno a favore della Provincia di Udine per complessivi 8.850.000,00 euro.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress