CALCIO: GRECIA, KALLONI – UDINESE FINISCE IN PARITA’ (2-2)

Kalloni-Udinese1
Share

Buona prestazione dell’Udinese a Mytilene. In evidenza Muriel, autore di un gol e di una prestazione nel complesso positiva. A segno anche il “solito” Di Natale.

Grande entusiasmo allo Stadio Municipale di Mytilene per la prima del Kalloni davanti al proprio pubblico dopo un anno di esilio ad Atene. In questa stagione, il Kalloni giocherà nel suo impianto ed ha scelto l’Udinese come squadra da affrontare per la riapertura della “propria casa”. Spalti esauriti in ogni ordine di posti.

Parte subito forte la squadra di casa che trova il vantaggio al primo affondo. Calcio di punizione per fallo davanti all’area di rigore su Manousos. E’ lo stesso capitano che trasforma in rete con un tiro mancino violento e imparabile che si infila nell’angolino alla sinistra di Brkic.

La reazione dell’Udinese arriva al 4′ con Di Natale che calcia di poco a lato un pallone ricevuto in area da Muriel dopo una bella combinazione con Pasquale.

Al 14′ arriva il pareggio: Bruno Fernandes innesca Muriel, il colombiano, in crescita costante, lascia sul posto gli avversari con uno scatto sulla sinistra e pennella l’assist per Di Natale. Controllo del capitano e tiro da distanza ravvicinata che non lascia scampo a Hogg.

Al 17′ Pasquale evidenzia le difficoltà della difesa greca sulla sua destra. L’affondo del laterale di Stramaccioni termina con un cross sul quale Di Natale viene anticipato al momento del tiro.

L’Udinese ha in mano il pallino del gioco. Bruno Fernandes, dopo un avvio lento, prende in mano il centrocampo e inizia a distribuire palloni ai compagni. Al 26′ gran lancio del portoghese per Pasquale, si alza la bandierina del guardalinee ma la posizione sembrava regolare.

Al 31′ uno scatenato Muriel parte in azione personale e penetra nella lenta difesa del Kalloni, il colombiano si presenta davanti ad Hogg che riesce a rimediare in uscita bassa.

Al 32′ si rivede il Kalloni. Fernandes sbaglia un appoggio a centrocampo e innesca il capitano Manousos, il tiro finisce alto.

Un minuto dopo ancora pericolo per la porta di Brkic. Calcio di punizione scodellato al centro da Leozinho, tocco di Anastasidis e miracolo del portiere serbo. L’azione però era stata fermata per posizione di offside del difensore greco. Il primo tempo finisce senza altre emozioni sul punteggio di 1-1.

La ripresa si apre con Badu che dopo appena un giro di lancetta prova a scavalcare Hogg con uno “scavetto” ma la palla finisce di poco a lato.

Al 3′ passa di nuovo il Kalloni: penetrazione in area di Leozinho, Brkic nel tentativo di fermarlo lo atterra e l’arbitro concede il calcio di rigore. Dal dischetto lo stesso Leozinho non sbaglia e porta i suoi sul 2-1.

Al 17′ Muriel conferma di essere in serata di grazia. Il colombiano si libera con un guizzo al limite dell’area e lascia partire un violento rasoterra di sinistro sul quale Hogg respinge corto, non ci arriva di un soffio Totò Di Natale.

Un minuto dopo, il pari bianconero: calcio d’angolo dalla sinistra indirizzato direttamente in porta da Muriel, la palla dopo una deviazione finisce in rete. Quasi increduli, i bianconeri si abbracciano e festeggiano Muriel per il pareggio.

L’Udinese non rischia più e prova a vincere la partita. Al 39′ si vede Nico Lopez, un sinistro velenoso dopo una buona azione sulla destra mette in difficoltà Hogg che si salva a fatica.

Dopo cinque minuti di recupero, l’arbitro fischia la fine. Un pareggio che accontenta tutti.

Il test può essere considerato sicuramente positivo per l’Udinese. Stramaccioni torna a casa con ulteriori indicazioni sui singoli e sulla squadra. Muriel è apparso ancora una volta in crescita confermando i progressi nella condizione fisica.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress