BANCHE: SERRACCHIANI, CREDIBILITÀ FRIULADRIA FA BENE AL SISTEMA

Friuladria banca
Share

Bolzonello: “I numerosi segni positivi emersi quest’oggi dal bilancio sono indice dell’elevato livello di fiducia tanto delle imprese quanto delle famiglie nell’attività svolta dall’istituto di credito”

“C’è bisogno di ridare credibilità al sistema bancario e questo istituto, che ha alle spalle un grande gruppo internazionale ma che è al contempo ben radicato nel territorio, sta operando in questa direzione. Lo dimostra il fatto di aver saputo interpretare, prima di molti altri, la necessità di riadattarsi per cogliere le sfide di questo Paese”.

Lo ha affermato oggi la presidente della Regione Debora Serracchiani intervenendo a Pordenone all’assemblea generale della banca Friuladria Credit Agricole, riunione nel corso della quale gli azionisti hanno approvato il bilancio e provveduto al rinnovo delle cariche sociali.

Per Serracchiani è di fondamentale importanza che un istituto di credito sappia cogliere le necessità e le richieste che arrivano dal territorio, affermando così la propria credibilità.

“Il modello adottato da Friuladria – ha sottolineato la presidente durante i lavori dell’assemblea – dà un importante segnale identitario e culturale al sistema. Ci troviamo in un periodo storico nel quale c’è un grandissimo bisogno di credibilità in diversi settori, dalla politica alle istituzioni passando anche attraverso le banche. A livello nazionale si sta facendo un grande lavoro nell’ambito creditizio, con la riforma delle banche popolari e quelle di credito cooperativo, a cui si aggiunge poi il sistema di aiuto e solidarietà per venire incontro agli istituti che in questo momento si trovano in difficoltà”.

Serracchiani ha inoltre sottolineato come “Friuladria Credit Agricole abbia scelto di affiancare alla propria attività, le politiche regionali di sostegno al territorio. Ne è una prova il fatto che, nella fase di approvazione del piano di sviluppo rurale 2014-2020, la banca abbia letto la necessità di accompagnare questo importante settore della nostra economia regionale. Inoltre l’istituto ha dato prova concreta del senso di comunità, sostenendo numerose iniziative in campo culturale e sociale in stretto contatto con le istituzioni locali. Tutto ciò significa che Friuladria Credit Agricole è attenta al territorio e agli investimenti per la crescita del Friuli Venezia Giulia”.

Serracchiani ha inoltre ricordato che i grandi mutamenti per dare credibilità al sistema stanno riguardando anche la Regione. “Cercando di leggere il cambiamento prima che esso arrivi, abbiamo dato vita a riforme importanti quali quella della sanità e degli enti locali. Con la nascita delle Uti abbiamo dato il segnale di un territorio che si mette insieme per superare le difficoltà come fa il buon padre di famiglia, un sentiero questo lungo il quale si è incamminato anche il settore bancario. Siamo poi intervenuti sulle politiche industriali con il Rilancimpresa che sta dando buoni risultati e ha ridisegnato il volto di questa regione. Non è un caso se il nostro export sta trainando il Trivento in settori delicati quali il legno e arredo, cantieristica navale, acciaieria e siderurgia”.

“I numerosi segni positivi emersi quest’oggi dal bilancio sono indice dell’elevato livello di fiducia tanto delle imprese quanto delle famiglie nell’attività svolta dall’istituto di credito. Una reputazione, quella offerta da Friuladria Credit Agricole, che contribuisce a mantenere alta l’asticella in una regione che sta affrontando a testa alta le sfide di una competizione internazionale”. Lo ha affermato il vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello a margine dell’assemblea dei soci di Friuladria Credit Agricole, durante la quale è stato approvato il bilancio 2015 e rinnovate le cariche sociali dell’istituto i credito.

“La lettura incrociata dei dati illustrati quest’oggi – spiega Bolzonello – rappresenta un termometro che ci permette di compiere alcune considerazioni sullo stato di salute della nostra economia regionale. Il sistema, per poter affrontare le sfide lanciate dal mercato, ha bisogno del supporto di un sistema creditizio che possa dare garanzie alle imprese. Come spiegato dal presidente di Friuladria Credit Agricole Chiara Mio e dal direttore generale Roberto Ghisellini, la banca ha registrato segni positivi nell’accompagnamento dei progetti di innovazione e internazionalizzazione delle nostre aziende. Due settori sui quali anche la Regione, attraverso il piano Rilancimpresa, ha puntato molto e i cui risultati stanno venendo a galla. È importante che, come noi, anche il mondo creditizio condivida e faccia propria questa scommessa”.

Per il vicepresidente c’è poi l’altrettanto importante settore sul quale focalizzare l’attenzione che è quello legato al credito alle famiglie. “Anche in questo caso – ha detto Bolzonello – si coglie dai dati di bilancio quanto la visione nazionale del gruppo si affianchi a quella che affonda le radici nel nostro territorio. Ne sono una dimostrazione i crescenti crediti alla clientela per i mutui casa, un bene che appartiene alla cultura di chi vive in questa regione. L’attenzione al comparto non potrà che portare risvolti positivi sull’economia del Friuli Venezia Giulia, ridando ossigeno al settore dell’edilizia”.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress