AUTOVIE VENETE: SULLA A4 TRAFFICO SOSTENUTO E CODE FINO ALLE 18

autovie venete A4 _VeneziaTrieste009
Share

Il serpentone di auto sulla A4 Venezia-Trieste , un’arteria autostradale che è quasi un passaggio obbligato per chi dal Nord ovest dell’Italia si dirige verso le spiagge dell’alto Adriatico o verso i paesi del Centro ed Est Europa, si è formato a metà della mattinata di oggi, sabato 9 agosto, in direzione Trieste ed è rimasto pressoché inalterato fino alle  18 del pomeriggio, quando persistevano ancora code a tratti fra San Donà di Piave e San Giorgio di Nogaro e 4 chilometri – in uscita – alla barriera di Trieste Lisert.  Solo a quell’ora, infatti, i flussi in arrivo dal Passante di Mestre si sono fatti meno intensi e hanno consentito un lento decongestionamento dell’asse autostradale.

Non si è trattato – se non in alcuni momenti – di colonne ferme, ma di un avanzamento lento intervallato da frequenti fermate. Per effettuare il percorso Venezia – barriera di Trieste Lisert che normalmente si copre in un’ora e 15 minuti, oggi serviva più del doppio del tempo.

Autovie Venete, di concerto con Cav, la società che gestisce il Passante di Mestre, ha attivato il reindirizzamento del traffico in  più occasioni: dalle 7.30 alle 8.40  del mattino e dalle 15 alle 15.40 del pomeriggio, dirottando i veicoli lungo la A27/A28 per poi farli rientrare in A4 all’altezza di Portogruaro.

Previsioni pienamente rispettate, quindi, in questo secondo week-end di agosto, tradizionalmente quello a maggior concentrazione di traffico, con flussi di transito elevatissimi. Tutta la settimana, per la verità è stata ad alta intensità di traffico sia leggero sia pesante (i mezzi pesanti di massa superiore alle 7 tonnellate e mezzo non potevano circolare dalle 14 alle 22 di venerdì 8 agosto e dalle 7 alle 22 di sabato 9 agosto) ma è dalla serata di giovedì che si è registrato l’incremento maggiore.

Super lavoro per la task force che Autovie Venete mette in campo ogni anno e che consente di contenere i disagi, anche in presenza di sinistri. Sono oltre 200 le persone, fra esattori, ausiliari della viabilità, squadre di manutenzione d’urgenza e tecnici degli impianti – coordinati dal Centro Radio di Palmanova – impegnate a lavorare durante i fine settimana di luglio e agosto. Da qualche anno, la Concessionaria ha inserito nell’organico estivo anche un team di persone, appositamente formate, utilizzandole nei caselli più soggetti a code, in prossimità degli svincoli o dei nodi di confluenza. Sono i cosiddetti “movieri” la cui funzione è quella di indirizzare i veicoli per rendere più fluida la circolazione.

Particolarmente efficaci, per la rapida risoluzione degli incidenti, i soccorsi meccanici disposti in punti strategici, vicino ai caselli. In questo modo, il tempo di intervento si riduce notevolmente e, di conseguenza, lo sgombero dei veicoli incidentati o guasti avviene con maggior rapidità, cosa fondamentale soprattutto nel tratto di A4 interessato dai lavori della terza corsia.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress