AUSSA-CORNO: NCD, LA REGIONE AFFRONTI LA SITUAZIONE DEL CONSORZIO

aussa-corno
Share

I consiglieri Alessandro Colautti e Paride Cargnelutti hanno depositato un’interrogazione che sarà trattata mercoledì prossimo in Aula

“E’ opportuno sapere dalla Regione, in qualità di vigilante, quali atti amministrativo/legislativi intenda assumere relativamente al Consorzio dell’Aussa Corno per ottemperare a quanto stabilito dal Tribunale fallimentare e, soprattutto, con quali tempi, vista anche l’urgenza di tutelare i posti di lavoro. Le iniziative commissariali sin qui poste in essere evidenziano un’impostazione improntata a una volontà liquidatoria e punitiva che appare più come un disimpegno della Regione che come una concreta volontà di esercitare il proprio ruolo istituzionale. La sentenza evidenzia che la Regione non può chiamarsi fuori, ma deve fare leva sugli strumenti amministrativi e legislativi per affrontare le tematiche relative al Consorzio di cui organo di vigilanza”.

A chiedere una maggiore efficacia di intervento all’Esecutivo sono i consiglieri Ncd Alessandro Colautti e Paride Cargnelutti, che hanno depositato un’interrogazione che sarà trattata mercoledì prossimo in Aula.

“Ricordato che tra i contributi forniti anche dall’opposizione alla soluzione delle problematiche in oggetto si sono sostanziati nell’approvazione della legge Rilanciaimpresa, che contiene al suo interno anche la riforma dei Consorzi industriali, e richiamate le innumerevoli iniziative consiliari poste in essere da più forze politiche a dimostrazione dell’importanza riservata a un tema che riguarda una parte saliente del tessuto economico-produttivo del FVG, è opportuno sapere cosa intenda fare la Giunta”, concludono Colautti e Cargnelutti.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress