AMBIENTE: PARERE FAVOREVOLE AI DRAGAGGI PER IL PORTO DI MONFALCONE

porto Monfalcone
Share

Il progetto di approfondimento del canale di accesso al Porto di Monfalcone è “compatibile con l’ambiente”. Questo il parere dell’Amministrazione regionale nell’ambito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) nazionale di competenza del Ministero dell’Ambiente.

Il parere è contenuto in una delibera approvata oggi dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Ambiente del Friuli Venezia Giulia Sara Vito. Il progetto, messo a punto dall’Azienda speciale per il Porto di Monfalcone, prevede di dragare a una quota di meno 12,5 metri sia il canale di accesso sia il bacino di evoluzione.

I sedimenti scavati saranno versati nella cassa di colmata già presente nella vicina zona Lisert, che sarà adeguata e ampliata per garantire la possibilità di contenere tutti i fanghi. Per arrivare al parere richiesto dal Ministero dell’Ambiente, la Regione ha coinvolto e richiesto osservazioni a tutti i soggetti interessati: i Comuni di Monfalcone e di Duino Aurisina, la Provincia di Gorizia, le Aziende per i Servizi Sanitari “Triestina” e “Isontina”, il Consorzio per lo Sviluppo industriale, la Capitaneria di Porto, le Opere Marittime, l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (ARPA).

Sono arrivate osservazioni anche da parte del WWF e del Consorzio giuliano Maricolture. Nel formulare parere favorevole alla compatibilità ambientale, la Regione ha indicato una serie puntuale di prescrizioni a cui si dovrà attenersi sia nella progettazione che nella realizzazione dei lavori di dragaggio. Queste prescrizioni sono state formulate tenendo conto anche delle diverse osservazioni trasmesse all’Amministrazione regionale.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress