AGRICOLTURA: BOLZONELLO CONCLUDE A SISTIANA TOUR SU PSR 2014-2020

bolzonelloPsr22sett14
Share

Il vicepresidente della Regione ed assessore alle Attività produttive, Sergio Bolzonello, ha concluso oggi a Sistiana (Trieste) il tour fatto in regione per descrivere le buone prassi avviate con il Piano di sviluppo rurale 2007-2013 e le prospettive che si aprono con la nuova programmazione 2014-2020, un documento già consegnato lo scorso luglio alla Commissione europea ed ora in attesa di approvazione da parte di Bruxelles.

Anche agli agricoltori del Carso ed agli esponenti di categoria presenti Bolzonello ha ricordato che in Friuli Venezia Giulia il futuro dell’agricoltura regionale si gioca con la concretizzazione di 4 concetti: competitività, innovazione, sostenibilità e sviluppo territoriale e che l’obiettivo del lavoro fatto ed ancora da fare sul PSR 2014-2020 è la realizzazione di uno strumento che nel complesso consenta al comparto di guadagnare competitività sul mercato.

“La novità rispetto al Piano precedente, ha dichiarato il vicepresidente, è che questa volta la posta che metteremo a copertura dei bandi non riguarderà l’intera cifra a disposizione, che è di 269 milioni di euro, il 10 per cento in più rispetto alla precedente programmazione, perché ci siano resi conto che negli anni possono cambiare esigenze ed opportunità e ci riserveremo quindi di utilizzare in una fase successiva quel 30-35 per cento che, associato ai risparmi di spesa, consenta di finanziare nuovi progetti”.

Un migliore accesso al sistema delle banche, con la messa in gioco, per la prima volta al fianco del comparto agricolo, di Mediocredito, i 30 milioni in tre anni a disposizione di tutela dell’acqua e sistemi irrigui a partire dal 2015, l’impegno di destinare all’assistenza tecnica il 4 per cento dei fondi disponibili e le priorità individuate dal PSR 2014-2020 per rilanciare il settore sono stati tra i temi affrontati dal vicepresidente, che non ha mancato di evidenziare alcune criticità, come l’età medio-alta (oltre i 50 anni) degli operatori del settore e il basso livello di specializzazione (solo l’1 per cento dei più giovani ha al suo attivo una laurea ad hoc contro una media europea decisamente più elevata).

Bolzonello, che è stato affiancato nella presentazione del nuovo PSR dalla direttrice del Servizio Sviluppo Rurale, Serena Cutrano, mentre Paolo Fedele dell’Università di Udine tirava le fila della programmazione precedente, ha confermato la scelta di attivare con il nuovo PSR 15 misure suddivise in interventi riferibili alle aree focus definite in base ad una serie di priorità di cui il “cuore”, ha detto, è il potenziamento della competitività in tutte le sue forme e la redditività delle aziende. Un obiettivo sul quale è stata messa la posta più alta, pari a 100,5 milioni, mentre gli altri vanno dalla promozione e dal trasferimento di conoscenze ed innovazione (poco meno di 15 milioni) allo sviluppo della filiera agroalimentare (19,5 milioni di euro), dalla preservazione, il ripristino e la valorizzazione degli ecosistemi dipendenti da agricoltura e foreste (85 milioni), all’efficientamento energetico (32 milioni) ed all’inclusione sociale, la riduzione della povertà e lo sviluppo economico nelle zone rurali (32,5 milioni di euro). Nello specifico, è stato ricordato, il PSR 2014-2020 sostiene in modo consistente lo sviluppo dell’agricoltura biologica (7 milioni) e punta allo snellimento burocratico grazie all’uso degli elementi già registrati nei diversi sistemi informativi (fascicolo aziendale, banca dati zootecnica, ecc.) in accordo con AGEA; semplificazione di dichiarazioni e controllo, procedure istruttorie automatizzate con velocizzazione dei tempi di pagamento, passaggio alla domanda informatica (con PEC e firma elettronica di tutti gli allegati), in accordo con AGEA.

Così come già accaduto nel corso degli incontri organizzati in proposito a Udine, Pordenone e Cormons (Go), anche l’appuntamento di Sistiana, alla quale hanno partecipato tra gli altri i consiglieri regionali Igor Gabrovec ed Emiliano Edera ed i rappresentanti del Comune di Duino-Aurisina, l’assessore competente Marija Doriteja Brecelj, e della Provincia di Trieste, il vicepresidente Igor Dolenc, è servito ad un dialogo sui i temi che più stanno a cuore agli agricoltori del Carso, esortati da Bolzonello a cogliere le opportunità offerte dal nuovo PSR con adeguate proposte progettuali.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress